M.A.S.C.I. di Bovolone

Sabato 30 gennaio 2016, nasce ufficialmente il gruppo M.A.S.C.I. di Bovolone. Altre volte mi è capitato di dire “è già stato deciso” ma questa volta è proprio il caso di dirlo, era un appuntamento già fissato da tempo. Innanzitutto cosa vuol dire M.A.S.C.I.? Alla comunità di Bovolone ci siamo pubblicamente presentati distribuendo cioccolata calda alla vigilia del Natale 2014 e 2015 e come da striscione, imponente quale era, la parola M.A.S.C.I. vuol dire Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani. Ma nello specifico cosa fa e cosa propone questo movimento? La proposta che il Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani fa agli uomini e donne, è quella che parte da una convinzione ben espressa nel nostro Patto Comunitario che riporta:
“Siamo uomini e donne provenienti da strade ed esperienze diverse, ma uniti dalla convinzione che lo scautismo è una strada di libertà per tutte le stagioni della vita e che la felicità è servire gli altri a partire dai più  piccoli, deboli ed indifesi.” Apparteniamo alla grande famiglia dello scautismo e ci riconosciamo nei valori espressi dalla promessa e dalla legge scout. Siamo convinti che la nostra proposta sia valida per ogni persona che non consideri l’età adulta un punto di arrivo, ma voglia continuare a crescere, per dare senso alla vita ed operare per un mondo di pace, più libero e più giusto. Per questo motivo ci rivolgiamo a chi vuole continuare a fare educazione permanente con il metodo scout ma anche a chi vuole avvicinarsi per la prima volta allo scautismo da adulto. Ci ritroviamo solitamente ogni 15 giorni al Sangam, storico punto d’incontro degli scout dalle 21.00 alle 22/22.30 di mercoledì. Attualmente il gruppo è composto da 17 adulti ex scout e non, guidati da un Magister (responsabili) maschile e femminile: Piero Zago, Rosetta Neri. Chi volesse parteciparvi contatti il seguente numero 3452577115 o Mail zagopietro@live.it.

Vorrei concludere con uno dei tanti scritti di Monsignor Andrea Ghetti, aquila randagia, nome di caccia Baden, figura carismatica dello scautismo lombardo e non solo: “Noi dobbiamo credere alla giustizia, alla lealtà, all’onestà perché crediamo in Dio. Ci sono delle realtà assolute le quali sono prima di me, fuori di me, sopra di me e la mia crescita sta nel rapporto con cui io realizzo e con cui io penetro questi valori assoluti.” La difesa dei valori. “Guardate che questo è il compito a cui ognuno di voi è chiamato nel suo ufficio, nella sua famiglia, nel quadrivio della strada a difendere questi valori. Perciò noi Scout crediamo nei valori e la nostra missione di adulti scout è quella di continuare a credere in questi valori, di continuare a proclamare questi valori, di esserne persuasi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.