Servizio a Casa Emmaus come cuochi

“Ciao Luisa, per caso non verresti il prossimo fine settimana con me in cucina a Giazza a far da mangiare ad un gruppo di giovani che si trovano per un ritiro spirituale?” “…e perché no?” Così, qualche anno fa cominciò la nostra testimonianza  a Giazza. Non siamo cuochi, facciamo questo servizio di volontariato perché “nella vigna del Signore” tutti possiamo dare quello che sappiamo e che non sappiamo fare. Ogni volta che partiamo è come fosse la prima volta c’è sempre la preoccupazione di non riuscire a soddisfare le persone presenti e per questo, quando arriviamo, il nostro primo pensiero è rivolto al Signore: “Tu ci hai chiamato, ci dai una mano, vero?” Dobbiamo dire che come Cuoco (e non solo) è formidabile e con il suo aiuto tutto diventa meno faticoso. Si perché tre giorni in cucina a Giazza, con un centinaio di ospiti, sono faticosi sotto l’aspetto fisico, ma soprattutto gratificano perché anche questo servizio fa parte del progetto di evangelizzazione che i seminari propongono. E’ sempre molto bello vedere, al termine del seminario il volto dei partecipanti: se il venerdì erano timorosi, preoccupati… la domenica pomeriggio vedi volti diversi, contenti, felici di aver trovato Gesù, e questo aiuta anche noi nel nostro cammino di fede. Non serve essere cuochi per fare servizio in cucina a Giazza, serve solo un po’ di coraggio, di voglia di imparare, di collaborare (quello che uno non sa fare lo fa l’altro) di mettersi al Suo servizio, confidare nel Suo aiuto e, soprattutto, di voler essere partecipi del Suo progetto di amore per le persone.

Maria Luisa e Franco

A nome dei sacerdoti e di tutta la comunità ringraziamo tutti coloro che prestano servizio amorevole e gratuito nei vari momenti fraterni in parrocchia e piccola fraternità e il servizio ai seminari e ai campiscuola a giazza.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.