Religione a scuola e catechismo

A volte si sente dire che il catechismo è la ripetizione dell’ora di religione che si svolge a scuola. In realtà entrambi possono avere argomenti uguali ma con scopi ben diversi, la religione a scuola spiega chi è Gesù Cristo, come è nato il cristianesimo e le altre principali religioni. L’insegnamento della religione nelle scuole non ha lo scopo di trasmettere la fede, ma quello di insegnare ai bambini la religione cristiana: li aiuta a formare la propria persona sia a livello morale e sociale. È una disciplina aperta a tutti anche alle persone non cristiane, perché si studiano le radici e le tradizioni della nostra religione, quindi non c’è da stupirci se ci sono bambini di altre religioni che si avvolgono della religione cattolica. Le lezioni sono caratterizzate da diversi metodi di insegnamento che spaziano dal gioco, al dialogo, al racconto biblici. Partendo dai primi anni scolastici e lungo il cammino fino nelle scuole secondarie nelle lezioni si mette a confronto la loro vita con quella umana di Gesù, si approfondisce la conoscenza del cristianesimo, dei luoghi sacri e delle altre religioni, e si spiega l’etica e la morale cristiana. L’insegnamento della religione, grazie agli argomenti trattati e alle sue modalità, assieme alle altre discipline scolastiche contribuisce alla crescita e alla formazione umana del bambino.
Il catechismo ha lo scopo di trasmettere e far crescere la fede in Gesù Cristo dei ragazzi. Fede che i bambini hanno ricevuto in dono il giorno del proprio battesimo. Il catechismo ha una domanda di sfondo lungo il cammino e invita i ragazzi a rispondere in maniera personale a questa domanda: “chi è Gesù Cristo per te?” I ragazzi sanno che Gesù nella sua vita terrena si è donato completamente alle persone che incontrava senza fermarsi e senza giudicare. Egli infatti è l’amico e modello da cui prendere esempio per amare le persone a noi vicine. La propria risposta alla domanda di fondo i ragazzi la trovano nella vita quotidiana con il rapporto personale di preghiera con il Signore, aiutando i genitori in casa, i compagni a scuola, le persone a loro vicino. La fede, anche se è caratterizzata da un rapporto personale con il Signore, ha bisogno di essere condivisa e vissuta anche nella comunità di appartenenza, per questo motivo attraverso il catechismo si cerca di invitarli a partecipare alle Sante Messe, alle confessioni e ai momenti di preghiera comunitaria. Gli incontri di catechismo sono caratterizzati da momenti di preghiera e non manca il gioco che aiuta ad introdurre o capire alcune tematiche, sono presenti momenti di riflessione personali e condivisione in gruppo. I bambini per il loro cammino spirituale hanno come punto di riferimento i catechisti, ma i genitori sono e restano per i propri figli i primi testimoni di fede in Cristo.

Insegnante di religione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *