IL SEGNO DELLA CROCE

Concluso il canto d’ingresso, il sacerdote inizia la messa tracciando sul suo corpo il segno della croce, dicendo «nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo». Allo stesso modo, tutta l’assemblea fa questo gesto e risponde «Amen». Per capire il significato e l’importanza del segno della croce per un cristiano, poniamo l’attenzione prima solo al gesto che si compie, e poi alle parole usate. Il segno della croce esprime il nucleo centrale della fede cristiana; lo facciamo sul nostro corpo per indicare che l’evento della morte e risurrezione di Gesù farà sentire la sua forza in noi.
La frase:
«nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo» viene dallo stesso Gesù risorto, il quale ha comandato ai suoi undici discepoli di ammaestrare tutte le nazioni battezzandole «nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo» (Mt 28,19). È una frase molto preziosa per la comunità cristiana perché sono le stesse parole con le quali viene battezzata una persona. Battezzare significa letteralmente immergere: quindi il cristiano con il battesimo è immerso nel nome di Dio, è immerso sacramentalmente nella morte e risurrezione di Cristo. Nel sacramento del battesimo si viene bagnati per tre volte con l’acqua, questo gesto significa: morire con Cristo per risorgere con Cristo a vita nuova, con la forza dello Spirito Santo e figli di Dio Padre.

Il battesimo dona ad ogni cristiano una grandiosa meta da raggiungere: ogni battezzato è chiamato nella sua vita di fede ad entrare passo dopo passo, sempre più, nel mistero di amore della Trinità. Perciò ogni volta che facciamo il segno della croce sul nostro corpo e pronunciamo il nome di Dio –Padre, Figlio e Spirito Santo- ricordiamo a noi stessi il nostro battesimo e lo scegliamo ancora nella nostra vita. Porre questo segno all’inizio della messa ci ricorda che questo è l’unico modo per entrare nel mistero Eucaristico. L’unica porta che ci aiuta a capire che cosa andiamo a vivere è il Battesimo: cioè il nostro condividere la morte e risurrezione di Cristo.

Il gesto e le parole sono concluse dall’esclamazione «Amen». È una parola ebraica e significa che ciò che abbiamo appena detto nel segno della croce, è una parola «certa, stabile» che coinvolge nella vita chi dice questa parola. Per cui quando un cristiano pronuncia l’esclamazione «Amen» dice che è d’accordo con quanto detto e che è disposto a giocare la propria vita, la sua quotidianità su quelle parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *