Perdono d’Assisi

Il 2 agosto, il calendario liturgico celebra il Perdono d’Assisi, giornata per ottenere l’indulgenza plenaria, infatti dal mezzogiorno del 1° Agosto alla mezzanotte del giorno seguente si può ottenere, una sola volta l’indulgenza plenaria della Porziuncola.

Condizioni per ricevere l’indulgenza plenaria del perdono di Assisi (per sé o per i defunti)

  • Confessione sacramentale per essere in grazia di Dio (negli otto giorni precedenti o seguenti);
  • Partecipazione alla Messa e Comunione eucaristica;
  • Visita alla chiesa della Porziuncola in Assisi, o ad una chiesa parrocchiale, o ad una chiesa francescana dove si rinnova la professione di fede, mediante la recita del Credo, per riaffermare la propria identità cristiana;
  • La recita del Padre Nostro per riaffermare la propria dignità di figli di Dio, ricevuta nel Battesimo;
  • Una preghiera secondo le intenzioni del Papa, per riaffermare la propria appartenenza alla Chiesa, il cui fondamento e centro visibile di unità è il Romano Pontefice.
  • Una preghiera per il Papa.

Perché si celebra la festa del perdono?

Una notte del 1216 San Francesco si trovava in preghiera presso la Porziuncola. All’improvviso ebbe una visione di Cristo sopra all’altare e della Madonna alla sua destra e gli angeli. Gli chiesero che cosa desiderasse per la salvezza delle anime. San Francesco rispose con cuore grande e umile: “Santissimo Padre, benché io sia misero e peccatore, ti prego di concedere ampio e generoso perdono”. Da questa visione san Francesco ebbe l’idea di proporre al santissimo Padre Onorio III, il permesso per instaurare la “festa del perdono”. Così da quell’anno, il 2 agosto si celebra il perdono d’Assisi.

2 thoughts on “Perdono d’Assisi

  1. Gloria ha detto:

    Bellissimo l’articolo, peccato che da quando il sito e’ stato modificato (in peggio!) non si riesca più a trovare le indicazioni dell’orario e dei sacerdoti che ogni giorno sono, o dovrebbero essere, disponibili in chiesa per confessare!

    1. admin ha detto:

      Gli orari sono qui, cercheremo di renderli più visibili. Grazie per il feedback.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *