Lettera a Gaia

A nome dei sacerdoti pubblichiamo la lettera letta dai genitori di Gaia Merlin durante il funerale della figlia, che a soli 8 anni è stata chiamata a tornare alla casa del Padre, lo scorso 21 gennaio 2017.


A Gaia e a tutte le persone che ci sono state vicine nell’anima.

Luminosa Gaia, io, te, papà, Lola e Leone ci siamo già detti tutto, anzi è più quello che tu hai detto a noi, che noi a te. Otto intensi anni vissuti come solo un bambino, nella sua totale sacralità sa fare, donandosi alla vita, facendosi strumento di Dio. In questo faticoso, lungo, importante calvario, ho sentito dal primo istante, una forte comunione con il mio prossimo. Di dover condividere quel momento, forse per allegrirmi di tutto quel dolore. Poi con il trascorrere dei giorni tutti cambiò, e piano, piano, capii dolcemente, con te Gaia al mio fianco, il disegno divino che eri venuta a portarci, e quanto altro avevi portato intorno a noi.”MILIONI DI SFUMATURE”.
Non era una cosa o una situazione che stava al di fuori di noi, ma ci hai condotti all’interno del nostro cuore, verso i nostri sentimenti più profondi e puri che solo il più crudele, duro e forgiante dei dolori può aprire anzi spalancare le porte dell’amore, che risiede in ognuno di noi, non ci sono eccezioni, l’abbiamo tutti. Lì in quel profondo abisso ho trovato Dio, che mi ha preso per mano e mi ha tenuto aperto il cuore e gli occhi, per vedere cose che prima non potevo vedere, li la mia piena e totale conversione a Dio. Ma cos’è la conversione a Dio? Non è uno scambio tra me e lui è percepire e sentire il mio prossimo, l’importanza che l’altro ha in me e io in loro, è li che Dio risiede ed è li che Gaia ha portato noi tutti qui oggi.
Guardatevi attorno, siete in tanti, tutti noi presenti, credenti e chi pensa anche di non esserlo, uniti dello stesso desiderio di stare vicini a chi ne ha bisogno. Nobili azioni sostenute da soavi preghiere. Tutti abbiamo un cuore non è solo un muscolo che ci tiene in vita, ma è anche un sicuro scrigno dove riponiamo le persone a noi più care, dovre vengono coltivati i sentimenti più teneri.

Tutto ciò non è materia, ma qualcosa che va sopra la nostra natura, proprio li risiede la nostra scintilla  divina. Il cuore non manca a nessuno, quindi tutti abbiamo infinite possibilità di far risplendere questa scintilla. Gaia noi l’abbiamo riposta lì nel cuore, e lei è venuta ad aggiungere forza a quella piccola luce, ci ha indicato la strada, ora sta a noi.

Amore infinito di nome Gaia, ancora grazie per aver scelto noi come tuoi genitori.
Grazie Don Giorgio e grazie infinite a tutta la comunità che ci è stata vicina in tutti questi mesi.

I genitori di Gaia.

 

5 thoughts on “Lettera a Gaia

  1. Susanna ha detto:

    Cari Elisa e Pietro, magari la Nico ve l’avrà già detto. Ma ve lo ripeto: vi ringrazio di quello che avete scritto. Mi è stato utile, in un brutto momento di incertezza e dispiacere. Me le stamperi’, le vostre parole, è le conservero’. Ho visto ciò che l’Onnipotente fa, ho visto a che cosa serve. Per la prima volta. Anche se sono credente, ma detesto praticare. Ma una spinta mi invita a farlo. Magari non sempre. Un po’ più spesso. Anche se non ci conosciamo, ci siamo solo visti dalla Nico, desidero sappiate che sono con voi come genitore, se non come vostra amica. Gaia ha insegnato a tutti. Voi, ancora di più. Con affetto. SUSY

  2. Irene ha detto:

    Grazie a voi per averci fatto vedere quanto amore ci può essere in una famiglia e al coraggio che avete avuto in un momento così triste. Vi ammiro perché io non sarei riuscita ad affrontarlo come voi.. Gaia è sempre con noi e ci protegge…

  3. Barbara ha detto:

    Cara Gaia, tu ci sei e ci sarai per sempre nell’alto dei cieli!!Ci hai portato tanta pace e amore, quell’amore puro che senza aver conosciuto te e i tuoi cari, non avremmo potuto sperimentare. Sarai per sempre nei nostri cuori.

  4. Anna ha detto:

    La vostra forza e la vostra serenità mi hanno stupito sotto tutti i punti di vista . Ancora oggi rimango attonita nel pensare quanto sia stata sconvolgente la vostra storia e quanto sia straordinariamente bella la forza che Dio vi ha donato e al tempo stesso voi avete accolto come rare persone sanno fare.Il vostro ANGELO È DIVENTATO IL NOSTRO ANGELO ,grazie piccola grande Gaia x chi come noi ti ha conosciuto e anche x chi non ti ha mai visto ma ti porta nel cuore x il tuo coraggio.

  5. loredana ha detto:

    Carissimi Elisa e Pietro, ho avuto il privilegio di conoscervi in quanto amica della nonna di Gaia. Con la vostra testimonianza ci avete dato prova di cosa significa avere fede! Ci avete insegnato che tutto può avere un senso, anche quando è una cosa più grande di noi! Inevitabilmente siamo legati uno all’altro perché tutti proveniamo dallo stesso Amore ed è per questo che solo l’amore trasforma e tutto può.
    Con immensa riconoscenza vi ringrazio dal profondo del mio cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *